Monza è pronta per il futuro pt. 2

Ancora poche ore e questa campagna elettorale finirà.

È stato un percorso lungo, è stato un percorso duro e non privo di attacchi forti. Si sono contrapposti due modelli di visione politica: da una parte la compagine di destra che vuole riprendersi Monza (con un termine a mio avviso terribile, mi ricorda molto "le mani sulla città"), dall'altra la squadra del Partito Democratico Monza e della coalizione di centro sinistra guidata da Roberto Scanagatti che vuole proseguire un percorso iniziato 5 anni fa.

In questi anni di amministrazione abbiamo sanato un buco di bilancio da 8 milioni di euro lasciato dalla giunta Mariani - Allevi, rilanciato la cultura, organizzato una serie di grandi eventi sfruttando il nostro parco, ed ancora abbiamo saputo cogliere l'importanza di Expo e portato il Papa a Monza con circa un milione di fedeli.

Insomma, abbiamo fatto di Monza una città veramente europea.

Abbiamo anche commesso degli errori, come tutti gli uomini sbagliamo, ma senza mai travalicare il confine della legalità.

Questa amministrazione ha avuto zero rilievi da parte dell'autorità giudiziaria.

Domenica 25 giugno siete chiamati a scegliere.

Scegliere se portare Monza nel futuro rinnovando la vostra fiducia a Roberto Scanagatti oppure se tornare indietro di 10 anni votando la destra.

Io, personalmente non ho dubbi: scelgo di andare avanti.

Voterò convintamente Scanagatti Sindaco di Monza.

Piccola postilla per tutti coloro che mi hanno sostenuto al primo turno: grazie. Vi chiedo un ultimo sforzo, potrò entrare in consiglio comunale solo in caso di vittoria, quindi, se credete davvero in me, mettete una X su Scanagatti