Europa senza muri

Ieri pomeriggio ero a Milano.

Ero in piazza San Babila insieme a tantissime persone di diversi partiti, associazioni, idee politiche non sempre combacianti, ma uniti dalla medesima volontà di un'Europa unita e senza muri, senza barriere.

Davanti alla politica dell'odio e di chiusura di Salvini che strizza l'occhio ad Orban, chiunque si riconosca nei valori di democrazia, fratellanza, solidarietà che trovano fondamento nella nostra Costituzione non può tacere.

Quando la storia, la società, il Paese attraversano momenti bui dovremmo ricordarci di scendere in piazza e riaffermare i nostri valori democratici, insieme, anche se troppo spesso non la pensiamo allo stesso modo.

Siamo scesi in piazza come nella migliore tradizione della Sinistra. Siamo scesi in piazza per gridare a gran voce la NOSTRA idea di Europa. Siamo scesi in piazza perché siamo in moltissimi a non pensarla come Salvini e a questo governo giallo verde, perché non possiamo tacere davanti alla violenza e all'odio.

Siamo scesi in piazza perché "se chiudi al razzismo ti si apre un mondo".